Amare è una gran bella cosa e solo il tempo ci fa capire quante sfumature può avere.

 

Continuo con determinazione e impegno quel viaggio dentro di me che mi porterà a essere una persona migliore.

Se non troverò la strada giusta non mi arrenderò e continuerò con coraggio il mio viaggio facendo tesoro della strada già percorsa.

E in questa incerta, ma bellissima primavera, sto imparando ad ascoltare il mio cuore seguendolo senza fare domande. Mi chiedo però se ci siano delle fasi della vita in cui il nostro cuore ama in maniera diversa oppure no.

Non penso che ci sia una risposta razionale per qualcosa di completamente irrazionale.

Forse durante la nostra vita viviamo delle stagioni, le stagioni del cuore.

Si può vivere al freddo dell’inverno e credere che non vedremo più la bella stagione perché aspettiamo che qualcosa accada restando fermi e infreddoliti. Ma poi qualcosa dentro di noi, di nuovo, succede.

 

Il mio inverno è finito ed è arrivata la primavera.

 

Siamo noi che, come gli alberi, sentiamo arrivare la bella stagione, dentro di noi, e allora la vita si riapre con nuovi boccioli che diventeranno dei bellissimi fiori.

Solo da dentro di noi tutto questo può avvenire e la ricerca di un posto caldo dove crescere e fiorire è un cammino pieno di imprevisti e gratitudine.

Imprevisti sono i luoghi dove cerchiamo di mettere le radici perchè pensiamo siano quelli ideali per crescere rigogliosi ma si rivelano una tappa intermedia alla quale dobbiamo essere grati.

 

Così alleniamo il nostro cuore seguendolo e fidandosi di lui.

 

Poi arriverà l’estate come per me è già arrivata in passato per tanto tempo, una bellissima estate di cui sono molto grato e che mi ha portato tante belle cose.

Arriverà un’estate a volte bellissima e lunga, a volte piena di nuvole alternate al sole ma sempre bella.

Tutti noi vorremmo vivere un’estate senza fine ma come in natura le stagioni si ripetono e le stagioni del cuore seguono lo stesso andamento.

Cara estate che ancora non ho vissuto non vedo l’ora che tu arrivi per stendermi al cospetto del tuo calore e per essere io la tua estate calda.

 

 

 

“Forse non sai quel che darei, perché tu sia felice”.

Elisa