Non ricordo bene quando, ma credo meno di un anno fa circa, ho scritto una lettera ad una mia amica, V.

In un pomeriggio caldo di primavera dopo aver parlato del più e del meno con V., con un velo di tristezza, mi disse che aveva ricevuto l’ennesima delusione d’amore.

Guardare gli occhi di una donna che per me è come una sorella così delusi ha fatto nascere, in me, la voglia di scriverle una lettera.

Nella lettera il messaggio principale era che si doveva rassegnare.

“Tu sei una donna eccezionale, rassegnati!” un uomo che non è capace di apprezzare tutto questo non potrà essere il tuo uomo e farti felice. E quando dico eccezionale intendo che V. ha un cuore grande e impetuoso che non conosce freni e sa perfettamente quello che vuole.

Qualche giorno fa ho scambiato qualche chiacchiera con V. e mi ha detto che ha trovato un uomo e che tutto va così bene che non ci crede neanche lei, e che sta avendo il periodo più bello della sua vita.

Allora ho capito che la lettera che gli avevo scritto ha spinto V. a non venire a compromessi e finalmente ora è felice.

E allora mi sono chiesto ma perchè non posso fare la stessa cosa a me stesso?

Quindi eccomi quì a scrivere questa lettera a me stesso dove mi dico:

“Alessandro rassegnati sei un uomo eccezionale!” quindi ora non scenderò a compromessi come ha fatto la mia amica e troverò sicuramente chi sto cercando e quello che sto cercando, e quando li avrò trovati avrò raggiunto più felicità perchè io felice già lo sono.

Quindi a chi mi dice no questo non è possibile o no non è così che si fa io risponderò, “grazie del consiglio ma so benissimo cosa mi serve e come voglio raggiungerlo e non voglio niente di meno”.

Accontentarsi non ci permette di essere completamente felici e vivere la vita con passione secondo me, e io non pretendo di avere ragione ma voglio seguire quello in cui credo senza mai arrendermi.

Allora prendo in prestito le parole di una donna eccezionale, eccole:

 

Tieni sempre presente che la pelle fa le rughe,
i capelli diventano bianchi,
i giorni si trasformano in anni.

Però ciò che è importante non cambia;
la tua forza e la tua convinzione non hanno età.
Il tuo spirito è la colla di qualsiasi tela di ragno.

Dietro ogni linea di arrivo c’è una linea di partenza.
Dietro ogni successo c’è un’altra delusione.

Fino a quando sei viva, sentiti viva.
Se ti manca ciò che facevi, torna a farlo.
Non vivere di foto ingiallite…
insisti anche se tutti si aspettano che abbandoni.

Non lasciare che si arrugginisca il ferro che c’è in te.
Fai in modo che invece che compassione, ti portino rispetto.

Quando a causa degli anni non potrai correre, cammina veloce.
Quando non potrai camminare veloce, cammina.
Quando non potrai camminare, usa il bastone.
Però non trattenerti mai!

Maria Teresa di Calcutta

 

Questa lettera è indirizzata a me e a nessun altro, ma spero sia utile ad altri se vorranno essere felici senza scendere a compromessi.

#vivounapassionesfrenata

Con passione

Alessandro